Litanie dell’umiltà

Come promesso nella Notte di Natale, oltre a scambiarci gli auguri, ci siamo lasciati con un “compito” per le vacanze, pregare le “Litanie dell’umiltà” per riuscire ad imitare Colui che pur essendo Dio si è fatto uomo come noi…

(come riferimento potete leggere il capitolo 2 della Lettera ai Filippesi)

Queste semplici ma potenti litanie ci aiuteranno ad avere gli stessi sentimenti di Gesù Cristo e ci faranno crescere nella fede. Provare per credere.

Ci siamo dati tempo fino alla prossima Pasqua per verificarne l’efficacia.

Ecco il testo:

O Gesù! mite ed umile di cuore! Esauditemi.

Dal desiderio di essere stimato – Liberatemi, Gesù.
Dal desiderio di essere amato – Liberatemi, Gesù,
Dal desiderio di essere esaltato – Liberatemi, Gesù.
Dal desiderio di essere onorato – Liberatemi, Gesù.
Dal desiderio di essere lodato – Liberatemi, Gesù.
Dal desiderio di essere preferito agli altri – Liberatemi, Gesù.
Dal desiderio di essere consultato – Liberatemi, Gesù.
Dal desiderio di essere approvato – Liberatemi, Gesù.

Dal timore di essere umiliato – Liberatemi, Gesù.
Dal timore di essere disprezzato – Liberatemi, Gesù.
Dal timore di soffrire ripulse – Liberatemi, Gesù.
Dal timore di essere calunniato – Liberatemi, Gesù.
Dal timore di essere dimenticato – Liberatemi, Gesù.
Dal timore di essere ridicolizzato – Liberatemi, Gesù.
Dal timore di essere ingiuriato – Liberatemi, Gesù.
Dal timore di essere sospettato – Liberatemi Gesù.

Che gli altri siano amati più di me
Gesù, datemi la grazia di desiderarlo!
Che gli altri siano stimati più di me
Gesù, datemi la grazia di desiderarlo!
Che gli altri possano crescere nell’opinione del mondo e che io possa diminuire
Gesù, datemi la grazia di desiderarlo!
Che gli altri possano essere prescelti ed io messo in disparte
Gesù, datemi la grazia di desiderarlo!
Che gli altri possano essere lodati ed io dimenticato
Gesù, datemi la grazia di desiderarlo!
Che gli altri possano essere preferiti a me in ogni cosa
Gesù, datemi la grazia di desiderarlo!
Che gli altri possano essere più santi di me, purché io divenga santo in quanto posso
Gesù, datemi la grazia di desiderarlo!

Qui puoi scaricare una versione stampabile delle Litanie dell’umiltà in duplice copia…

Pregare è dire «GRAZIE»

Proponiamo il testo delle riflessioni che abbiamo condiviso nel Pellegrinaggio/Ritiro d’Avvento a Medjugorje (7-11 dicembre 2017). Vissuto con grande serenità e gioia dai ragazzi delle case, da un bel numero di genitori ed amici.

Pregare è dire «GRAZIE!» – Tutto è grazia! (clicca qui per leggere o scaricare il testo)

Attenzione! Vi diamo un’importante raccomandazione: Leggete attentamente il cartello qui sotto riportato e mettete in pratica quanto scritto.

Senza questa “operazione” (SCELTA VOLONTARIA) servirà poco o nulla leggere il libretto sulla preghiera che vi proponiamo. Vuoi veramente essere felice? INIZIA A NON LAMENTARTI E POI NON SMETTERE MAI DI RINGRAZIARE! Buona lettura-meditazione… Grazie.

Ama la vita e amala seppure non ti da ciò che potrebbe, amala anche se non è come la vorresti, amala quando nasci e ogni volta che stai per morire. Non amare mai senza amore, non vivere mai senza vita. (Madre Teresa di Calcutta)